Dal 20 agosto al 7 settembre è in programma la nona edizione del Livorno Music Festival.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Amici della Musica di Livorno in compartecipazione con il Comune di Livorno e Scorpio Pubblicità, il contributo di Fondazione Livorno e Regione Toscana e il patrocinio della Provincia di Livorno.

Nell’arco di 19 giorni la rassegna musicale darà vita a 16 corsi di perfezionamento musicale e strumentale, tenuti da illustri maestri e 23 concerti che vedranno protagonisti grandi artisti di livello internazionale e giovani talenti provenienti da tutto il mondo, nei luoghi culturalmente più significativi della città. Nove le location di quest’anno: Il Mercato Centrale, la Biblioteca dei Bottini dell’Olio, il Cisternino (ex Casa della Cultura), il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, la Villa del Presidente (ex sede dell’Istituto Mascagni), il Grand Hotel Palazzo, la Fortezza Vecchia, Palazzo Gherardesca sede dell’ISSM Mascagni e il Museo Piaggio di Pontedera.

Un’esperienza fondamentale di stimolo e di crescita umana e musicale: una vera bottega della musica, dove si scoprono antichi segreti, si scambiano saperi, si creano sinergie e amicizie.

Il programma del Livorno Music Festival 2019 viaggia nel tempo e nello spazio, avanti e indietro lungo la storia, per recuperare luoghi, tradizioni, appartenenze, lingue musicali che hanno segnato le diverse culture del mondo e anche le diverse culture della città di Livorno, se pensiamo alla sua storia.

Con la presenza di solisti internazionali, giovani talenti e giovani gruppi si esplora così la produzione delle diverse scuole nazionali, si inseguono i grandi compositori nelle loro peregrinazioni, si fa il punto su quanto accade oggi in un territorio specifico o si mettono in risalto continenti immaginari.

Con una programmazione varia, che spesso lega gli eventi musicali ad altre arti come la danza, la pittura, la poesia, il teatro e il cinema, il Festival fa sua la contaminazione, spaziando tra i diversi generi della musica: dalla classica alla contemporanea, dall’operistica delle trascrizioni strumentali al jazz, dalla musica popolare al rock, dall’improvvisazione alla musica elettroacustica.

Per informazioni consulta il sito del Livorno Music Festival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *