Capodanno in Piazza della Repubblica

Con l’impegno diretto del Comune, la città s’impegna per un recupero festoso e celebrativo del suo centro storico, destinando le celebrazioni del Capodanno a piazza della Repubblica con proiezioni e fuochi artificiali dalla Fortezza Nuova. Alla ricerca – verrebbe da dire – dello spirito positivo e festaiolo che la città ha un pò perduto in questi anni di crisi e di fuga dei giovani.

Come ha detto il sindaco Luca Salvetti, presentando il programma delle manifestazioni di fine d’anno, è stata scelta la storica grande piazza perché “non deve più essere luogo di confine, ma fulcro di vita del cuore cittadino giovane e popolare”. Non per rinnegare le precedenti celebrazioni alla Terrazza Mascagni, che rimane uno splendido “biglietto da visita” della nostra livornesità: ma per ribadire che dobbiamo valorizzare anche i luoghi popolari, dove la grande piazza che è stata sede di eventi importanti nella nostra storia e che si affaccia sull’altrettanto importante Fortezza Nuova deve essere portata a nuovo Agorà per la gente. Un messaggio nemmeno troppo indiretto al fatto che oggi la città vive una non felice spaccatura sociale, anche economica e di popolo “al di quà e al di là della Piazza” che nacque ed è rimasta una delle più suggestive del mondo.

Sarà, quella di Capodanno in piazza della Repubblica, una festa di musica e di gente, ovviamente a ingresso libero. Dalle 22 di martedì 31 dicembre si alterneranno con l’orchestra Amedeo Modigliani musiche dei Beatles, degli Abba (Abbadream&Orchestra) e ritmi balcanici (Baro Drom Orkestar). Naturalmente si ballerà: perché sarà festa di giovani, che siano essi d’età o anche solamente di spirito.

A far da cornice ci sarà una multivisione “architetturale” proiettata sulle mura della Fortezza Nuova definita dal suo ideatore Paolo Buroni “un racconto per immagini tra passato e presente”. Le proiezioni saranno prolungate nel tempo anche per preannunciare la festa: si comincia venerdì prossimo 20 e si andrà avanti fino al 16 febbraio. Tra le immagini che verranno proiettate anche i capolavori di Amedeo Modigliani, a segnare un filo conduttore con la mostra in corso.

Il programma è ricco di molti momenti corali. Alessia Cespuglio e Claudio Marmugi intratterranno la gente con gag e battute. Poi via alle danze con “All you need is love” interpretate da una ventina di musicisti nella band diretta da Stefano Brondi e con l’orchestra Modigliani. Tra le tante proposte anche i brani del celeberrimo musical “Mamma mia!”. Poi a mezzanotte fuochi artificiali dalla Fortezza Nuova con il “Count down” scandito da mille voci: e la festa continuerà fino all’ultima delle tornate di ballo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *