Mediceo, il porto di tutti

Un’agguerrita e potente alleanza militare pone sotto assedio il Castello e il porto di Livorno, siamo nel 1496. La coalizione è capitanata da Massimiliano 1° di Germania.

Accorrono in difesa di Livorno i contadini del circondario, tra loro Guerrino da Montenero. Si ripropone la sfida tra Davide e Golia.

Da una parte la gente comune dall’altra la tracotanza dei potenti che in quella occasione dovettero ritirarsi. Il monumento del Villano evoca quei fatti ora che nel Mediceo, l’antico porto di Livorno si ripropone un confronto: da una parte la gente dei circoli nautici cittadini che chiede che il porto bene pubblico rimanga tale, dall’altra un progetto per la realizzazione di un esclusivo marina, in grado di ospitare 700 barche e mega-Yacht.

Ma, Il mediceo è un porto sufficientemente grande per ospitare le diverse anime della nautica di Livorno. Potrebbero convivere le barche del popolo della vela e delle barchette insieme a lussuose imbarcazioni e Mega-yacht. (video di Luciano De Nigris – Tratto da “Il Tirreno”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *