Giovedì 14 dicembre alle 16 al circolo Arci Norfini (via di Salviano, 51) – Aleida Guevara, la figlia maggiore di Ernesto “Che” Guevara

Aleida Guevara, medico pediatra allergologo, ha lavorato in Angola, Nicaragua, Ecuador, Venezuaela, e attualmente opera come pediatra al William Soler Children’s Hospital di Havana, oltre a svolgere opera di volontariato in varie strutture mediche cubane che ospitano bambini disabili.

La serata con Aleida prosegue alle 20 con una cena. Sarà l’occasione per presentare il progetto per cui la figlia del Che è venuta in Italia: sostenere il programma “Operazione Miracolo” della fondazione “Un Mondo Migliore è Possibile” (UMMEP) per garantire l’accesso gratuito ai ceti meno abbienti alle cure oftalmiche all’interno dell’ospedale argentino “Eye Center Dr. Ernesto Che Guevara” di Cordoba. L’obiettivo è di raccogliere i fondi necessari per permettere l’acquisto di farmaci e forniture mediche e assicurare il diritto alla salute agli indigenti, in particolare per eseguire un’operazione, come quella alla cataratta, che per noi europei è un semplice intervento di routine.

Un’occasione per parlare di solidarietà, diritti umani, pace a cinquant’anni dall’assassinio del padre.

“Dopo l’università si pensa di sapere tutto, ma solo chi si rende utile al popolo diventa un vero professionista: ingegneri e architetti devono essere capaci di ascoltare per risolvere i problemi della comunità”.”
Aleida Guevara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *